FAQ

Quali sono gli standard qualitativi NSO?

La UNI ISO 29990 “Servizi per l’apprendimento relativi all’istruzione e alla formazione non formale – Requisiti di base per i fornitori del servizio”, garantisce standard internazionali comuni per la formazione non formale.

Nuova Scuola di Osteopatia di Breath of Life S.r.l. è una delle primissime scuole di osteopatia italiane ad aver ottenuto la certificazione del sistema di gestione secondo la UNI ISO 29990, ottenendo il certificato SGS numero IT 15/0197.
La “formazione non formale” è l’insieme dei percorsi formativi non istituzionalizzati seguiti dalle persone nel corso della loro vita al di fuori dei sistemi d’insegnamento elementari, secondari o superiori riconosciuti. In generale, si tratta di panorama formativo privo di tratti identificativi univoci, che ha assunto, anche in Italia, svariate forme e modalità di erogazione. Considerando dunque la varietà di servizi di formazione offerti e la priorità che UNESCO e OCSE hanno osservato sulla qualità dell’istruzione, è nata l’esigenza di creare linee guida internazionali comuni, in grado di garantire:

  • uno standard dei servizi e dell’organizzazione
  • la certificazione degli Enti di formazione (Learning Service Provider – LSP)

Per approfondire:

 

La raccomandazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità evidenzia l’esigenza per gli stati membri di una formazione professionale di qualità per l’osteopatia, contribuendo alla diffusione delle conoscenze e competenze, a garanzia dell’efficacia del trattamento e della sicurezza del paziente.
Attualmente in Italia non esiste alcuna indicazione ufficiale in merito agli standard da utilizzare, ma N.S.O. lavora con l’obiettivo di rispettare i massimi livelli esistenti per la formazione in ambito osteopatico, ovvero la norma tecnica UNI, che fa riferimento ai benchmark tedeschi per la formazione in ambito osteopatico. La norma UNI definisce i requisiti, le abilità e le competenze della figura professionale dell’osteopata e permette ad enti specializzati di certificare la qualità dei professionisti.
In quest’ottica NSO ha ottenuto la certificazione di qualità ISO 29990.

Allo stato attuale, non è necessario che una scuola sia iscritta al R.O.I. per abilitare i propri studenti all’esercizio della professione osteopatica. La scelta della Nuova Scuola di Osteopatia è quella di far conoscere tutte le associazioni professionali che rappresentano gli osteopati e di sostenere quelle che ci sembrano più meritevoli, come ad esempio l’Associazione Professionale degli Osteopati.

La volontà di non aderire ad alcuna associazione di categoria è finalizzata a lasciare libero ciascun studente di valutare autonomamente il proprio percorso professionale. A tal fine la Nuova Scuola di Osteopatia organizza per i propri studenti incontri conoscitivi con varie associazioni nazionali.


Articoli consigliati:

Video consigliati:

Nonostante in Italia l’osteopatia non sia ancora riconosciuta come professione sanitaria, su richiesta dello studente Nuova Scuola di Osteopatia può attivarsi per il conseguimento di almeno 50 crediti ECM per ogni anno accademico, grazie a speciali accordi con Provider ECM nazionali, per le seguenti figure professionali: medici, infermieri, fisioterapisti, T.O, T.N.P.E.E.

 

Al termine del corso di studi della Nuova Scuola di Osteopatia, lo studente riceve il “Curriculum Studiorum”, equivalente all’estero al “Diploma Supplement”, una sorta di carta di identità del percorso formativo seguito, certificata dal corpo docente.
Il titolo è quindi riconosciuto e spendibile all’estero, previa eventuale integrazione che potrebbe essere richiesta a seconda della legislazione vigente nei vari paesi.


Come posso iscrivermi alla Nuova Scuola di Osteopatia?

Per iscriverti al primo anno del Corso part time in osteopatia di NSO è sufficiente che invii con raccomandata a Breath of Life srl, via Galvani 6/h, 31027 Spresiano (Tv):

  1. due copie del contratto di iscrizione compilato e firmato (di cui una verrà restituita allo studente controfirmata da Breath of Life srl)
  2. fotocopia del bonifico di iscrizione, su conto corrente intestato a
    Breath of Life srl
    Banca Monte Paschi di Siena –Filiale di Treviso – Ag. 3
    IBAN: IT86H0103012003000001861044
  3. Curriculum Vitae in formato europeo
  4. autocertificazione del titolo di studio
  5. fotocopia di un documento di identità

Per iscriverti agli anni successivi al primo, sono sufficienti il punto 1) e 2).

Requisiti per iscriversi al primo anno del Corso part time in terapia manuale osteopatica di Nuova Scuola di Osteopatia sono il possesso di almeno uno dei seguenti titoli di studio:

  • Laurea in Scienze Infermieristiche
  • Laurea in Medicina
  • Laurea in uno dei corsi triennali organizzati dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia
  • Laurea in Ostetricia
  • Laurea in Fisioterapia (o precedente titolo TDR)
  • Laurea in Scienze Motorie (o precedente titolo ISEF)
  • Laurea in Terapia della psiconeuromotricità
  • Laurea in Terapia occupazionale
  • Diploma di Massofisioterapista (successivo al Diploma di Scuola Media Superiore quinquennale)

I termini di scadenza per il versamento di iscrizione al Corso part time in osteopatia di NSO vengono definiti di anno in anno entro Pasqua.


In caso di pagamento in un’unica rata, l’importo è da corrispondersi all’atto dell’iscrizione (entro il 14 settembre 2015 per gli studenti iscritti dal 2° al 5° anno di corso; entro il 30 settembre 2015 per gli iscritti al 1° anno di corso).


In caso di rateizzazione, le scadenze per il 1° anno di corso sono così distribuite:

  • Prima rata € 785 + IVA (€ 957,70) all’iscrizione entro il 30 settembre 2015
  • Seconda rata € 785 +IVA (€ 957,70) entro il primo giorno del secondo seminario dell’A.A
    2015/16
  • Terza rata € 785 + IVA (€ 957,70) entro il primo giorno del quarto seminario dell’A.A 2015/16
  • Quarta rata € 785 + IVA (€ 957,70) entro il primo giorno del settimo seminario dell’A.A 2015/16

Per i successivi anni di corso, vedi i contratti di iscrizione per ciascun anno.


Solo per i nuovi studenti iscritti al 1° anno di corso: nel caso in cui l’iscrizione avvenisse entro il 30 giugno 2015, si ha diritto ad uno sconto di € 240+IVA nell’importo della prima rata, in queste modalità:

  • Prima rata € 545 +IVA entro il 30/06
  • Seconda rata € 785 +IVA entro il primo giorno del secondo seminario
  • Terza rata € 785 +IVA entro il primo giorno del quarto seminario
  • Quarta rata € 785€ +IVA entro il primo giorno del settimo seminario

 

NB: importi calcolati in base alla retta per l’anno accademico 2015/’16


Cosa devo sapere prima di scegliere la Nuova Scuola di Osteopatia?

Per il regolare passaggio agli anni di corso successivi, lo studente deve aver soddisfatto i seguenti requisiti:

  • aver frequentato l’80% dell’attività didattica programmata di ciascun insegnamento;
  • aver superato, entro la sessione di esami di ottobre, gli esami dell’anno in corso, con un eventuale residuo non superiore a 2 esami (fisiopatologia, radiologia, neurofisiologia). Gli esami residui dovranno essere superati entro l’a.a. successivo, prima di sostenere quelli del seguente anno di corso.
  • Fa eccezione l’esame di osteopatia (teoria e pratica), che deve essere superato in ogni caso prima di accedere all’anno di corso successivo.

Un corso di osteopatia ha un costo diverso da scuola a scuola a seconda di vari fattori, fra cui la durata.

La retta annuale richiesta dalla Nuova Scuola di Osteopatia per il corso part-time per il 1° e 2° anno di corso per l’anno accademico 2015/’16 è pari a € 2900 + IVA 22% (totale € 3538).
In caso di rateizzazione dell’importo in quattro tranches, opzione che per la Scuola comporta maggiori costi di gestione, la retta è di € 3140 + IVA 22% (totale € 3830,80).

Come evidente, N.S.O. è riuscita a contenere il costo totale di ogni giornata di formazione a poco più di 100 euro ciascuna.

Attualmente in Italia non esiste alcuna indicazione ufficiale in merito, in quanto le normative CEN che definiscono l’osteopatia sono ancora in fase di discussione e poi dovranno essere recepite in Italia dalle norme UNI.

In questo vuoto legislativo, per il Corso part time in terapia manuale osteopatica, Nuova Scuola di Osteopatia ha scelto lo standard più elevato attualmente disponibile in Europa, seguendo le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, che ha proposto un percorso di circa 1.000 ore nel modello part-time, indirizzato a studenti che già possiedono un titolo di studio universitario o equipollente.

La formazione part-time N.S.O. dura 5 anni, distribuiti in 9 week-end (dal venerdì alla domenica) per il primo e quinto anno di corso, e in dieci week-end per il secondo, terzo e quarto anno di corso. Una modalità scelta anche per agevolare gli studenti che lavorano.
Alcuni corsi in terapia manuale osteopatica durano meno, ma secondo la nostra esperienza, votata all’eccellenza, sono necessari diversi anni per formare la mano dell’osteopata, passando dalle conoscenze teoriche a quelle pratiche, garantendo esperienze e crescita della manualità che consentono di uscire dal percorso formativo come osteopati eccellenti, in grado di spendere da subito la propria professionalità sul campo.

Lo studente della Nuova Scuola di Osteopatia può iniziare i tirocini al 3° anno (25 ore), osservando l’osteopata nelle fasi di valutazione, trattamento e outcome del risultato e la gestione della relazione terapeutica con il paziente.
Al 4° anno (50 ore) il tirocinante inizia a interagire con il paziente trattandolo in affiancamento all’osteopata, che lo aiuterà a percepire la presenza della disfunzione somatica e a costruire un adeguato piano di trattamento, scegliendo fra tutte le tecniche quelle più adeguate a quel particolare paziente.
Dal 5° anno (75 ore) il tirocinante diventa autonomo nello sviluppare un piano di trattamento del paziente e nel verificarne l’efficacia, con la supervisione dell’osteopata. I risultati di questo trattamento entreranno a far parte del processo di ricerca e di elaborazione della tesi finale.
I tirocini avvengono presso Breath of Life Studio (Spresiano – Tv) o in altri centri di osteopatia convenzionati con NSO. Sono in corso accordi con squadre sportive di alto livello.

Ogni anno accademico part-time si apre a ottobre e si chiude a giugno.
Le lezioni si svolgono in 9 week-end (dal venerdì alla domenica) per il primo e quinto anno di corso, e in dieci week-end per il secondo, terzo e quarto anno di corso.
Le date dei seminari vengono pubblicate sul sito entro Pasqua.

Sono ammesse assenze fino ad un massimo del 20%  dell’attività didattica programmata per ciascun insegnamento previsto nell’anno accademico.


Perché scegliere Nuova Scuola di Osteopatia?

La formula “Soddisfatti o rimborsati” è una novità che rivoluziona la formazione in osteopatia. Grazie a questa clausola contrattuale, infatti, lo studente alla sua prima esperienza con la formazione osteopatica può decidere liberamente di ritirarsi dal corso part time in osteopatia dopo aver assistito al primo seminario. Pertanto, se dopo aver provveduto regolarmente all’iscrizione al primo anno di corso e frequentato i primi tre giorni di lezione, lo studente non si ritenesse soddisfatto della formazione ricevuta, oppure non la valutasse coerente con il proprio percorso formativo, gli verrà restituita l’intera quota già versata facendone richiesta alla Segreteria.

Nuova Scuola di Osteopatia di Breath of Life S.r.l. è una delle primissime scuole di osteopatia italiane ad aver ottenuto la certificazione del sistema di gestione secondo la UNI ISO 29990 “Servizi per l’apprendimento relativi all’istruzione e alla formazione non formale – Requisiti di base per i fornitori del servizio”, per la formazione non formale, ottenendo il certificato SGS numero IT 15/0197.

Per approfondire:

Interesse primario della Nuova Scuola di Osteopatia è formare professionisti eccellenti, per i quali l’osteopatia sia un missione prima ancora che una professione. Per questo scegliamo docenti che, in aggiunta alle comprovate qualifiche e consolidate competenze specialistiche, siano in grado di trasferire valori umani oltre che professionali: siamo convinti che un ottimo professionista non possa non essere anche una persona radicata su valori sani.
L’obiettivo formativo della Scuola è quello di creare professionisti in grado di ottimizzare l’approccio terapeutico al paziente integrando le competenze della medicina tradizionale con quelle delle terapie complementari. Una flessibilità che contraddistingue il professionista eccellente.


Professione osteopata: come funziona?

In Italia non esiste un tariffario per le prestazioni osteopatiche. Ad esempio, il codice deontologico del R.O.I. stabilisce che “L’osteopata stabilisce, in piena autonomia, i propri onorari, comunicando all’utente l’entità degli stessi prima dell’inizio del trattamento”.
Sempre a titolo esemplificativo, riportiamo che in alcune fra le maggiori città italiane il tariffario di un osteopata per certe prestazioni specialistiche arriva anche a 130 euro.

Per esercitare la professione di osteopati oggi non è obbligatorio essere iscritti a un’associazione di categoria. Tuttavia come Scuola consigliamo l’iscrizione ai nostri studenti, per garantirsi una maggior forza di tipo rappresentativo.


Articoli consigliati:

Video consigliati:

La Nuova Scuola di Osteopatia è strutturata in modo che, sin dal primo anno, gli studenti possano iniziare ad integrare la propria professionalità con le tecniche osteopatiche. A partire dal quarto anno gli studenti N.S.O. iniziano i tirocini presso strutture sanitarie e non, come le squadre agonistiche di alto livello, per imparare sul campo la professione sotto la guida di un osteopata professionista. Per questo al termine del corso di studi gli studenti N.S.O. possono uscire con un “mestiere” in mano realmente spendibile sul mercato.
Inoltre, il piano di studi della Scuola fornisce agli studenti anche il know how di base per poter avviare e gestire autonomamente uno studio professionale o l’attività in libera professione, usufruendo anche della consulenza di un coach esperto.
La Scuola garantisce anche il sostegno e l’affiancamento degli studenti una volta diplomati D.O. per la fase iniziale di avviamento alla professione.
In particolare, N.S.O. è parte di un progetto di creazione di un centro dedicato all’integrazione fra medicina convenzionale e complementare, che rappresenta un bacino privilegiato con cui i neo-osteopati potranno collaborare.
Per chi si sentisse portato, la Nuova Scuola di Osteopatia apre anche la strada all’insegnamento, previo rispetto dei requisiti necessari, tramite l’affiancamento di un docente e il successivo avviamento alla docenza.

Al termine del Corso in terapia manuale osteopatica diventerai osteopata, una professione riconosciuta in Italia dalla legge 14/01/2013 n° 4 e attualmente in discussione alla Camera per il riconoscimento sanitario. Potrai lavorare:

  1. come dipendente in studi professionali dell‘area sanitaria e non, sia pubblici che privati; gli osteopati assunti nell’ambito della sanità pubblica fino ad oggi sono elencati qui;
  2. come libero professionista o associato con altri professionisti, in collaborazione con realtà sanitarie e non, come ad esempio le squadre sportive agonistiche, dove la figura dell’osteopata è sempre più richiesta.

Articoli consigliati:

 

In Italia negli ultimi anni si osserva una crescente attenzione verso la pratica osteopatica da parte dell’utenza e, da parte della classe medica, una importante e progressiva sensibilizzazione.Tuttavia ancora oggi il numero di osteopati professionisti attivi sul territorio italiano è inferiore alle richieste e alle necessità della popolazione.

A livello legislativo, l’osteopatia in Italia è in fase di definizione. Il Ministero della Salute, allineandosi alle indicazioni europee e dell’OMS, si è espresso con chiarezza affermando che l’osteopatia deve essere esercitata nell’ambito sanitario, quindi siamo in attesa che venga istituita anche in Italia la figura sanitaria dell’osteopata.
Già nel 2009 l’Organizzazione Mondiale della Sanità aveva ribadito con una risoluzione agli stati membri la raccomandazione di integrare l’osteopatia (tra le altre pratiche della medicina tradizionale, della medicina alternativa e complementare) nel sistema sanitario nazionale, per la concreta attuazione del principio della libertà di scelta della cura.


Articoli consigliati:

Si diventa osteopati un po’ per volta, attraverso un processo graduale che prevede da subito l’integrazione con il proprio lavoro. Per questo sin dal primo anno si possono iniziare ad applicare le tecniche acquisite (arto inferiore). Successivamente si possono integrare i trattamenti alla colonna (programma del secondo anno) e all’arto superiore-tratto cervicale (terzo anno). Dal quarto anno si potranno mettere a frutto le esperienze di tirocinanti.
Naturalmente, per  lavorare come osteopata a pieno titolo sarà necessario aver terminato il percorso di studi e aver superato gli esami finali.